MTB Safari Romagna

Escursioni in Mountain Bike e Trekking

Percorsi

Il regno dei Malatesta

Dal mare, risalendo il fiume Conca lungo la bellissima ciclabile, raggiungeremo l’antichissimo borgo di Montefiore dove si trova una delle rocche malatestiane meglio conservate.

Distanza: 52 km                                        Dislivello: 400 m                                           Difficoltà: facile

La scalata del Titano

Percorrendo le campagne della valle del fiume Marano, arriveremo sulla sommità del monte Titano, un gigante sul quale sorge San Marino, una delle più antiche Repubbliche al mondo e meta di numerosissimi turisti.

Distanza: 70 km                                        Dislivello: 1100 m                                         Difficoltà: medio-alta

La via del grano

Attraverso colline e campi coltivati visiteremo S. Giovanni in Marignano, antico fondo agricolo denominato “il granaio dei Malatesta” e passando per Gradara, il borgo di “Paolo e Francesca”, ci affacceremo sulle impressionanti scogliere del Monte San Bartolo

Distanza: 48 km                                        Dislivello: 400 m                                          Difficoltà: facile

Sulle tracce di Roma

La prima tappa, Rimini, una delle culle dell’antica civiltà romana ricca di monumenti e reperti millenari, farà da ingresso alla pista ciclabile che, costeggiando il letto del fiume Marecchia, ci porterà fino alla meravigliosa Verucchio, affascinante borgo medievale eretto su una collina dalla quale si può ammirare l’intera riviera romagnola.

Distanza: 65 km                                        Dislivello: 350 m                                          Difficoltà: facile

La palestra del biker: il Parco del Monte San Bartolo

Da Riccione, con un veloce riscaldamento sul lungomare fino a Cattolica, raggiungiamo il promontorio di Gabicce Monte. Da qui comincia il Parco del Monte San Bartolo, suggestiva area naturalistica protetta, ma anche ricca di vigneti e solcata da una fitta rete di sentieri: per i bikers più scatenati è una vera e propria palestra dove allenarsi e mettere alla prova le proprie capacità, per tutti gli altri un’esperienza semplicemente fantastica.

Distanza: variabile da 45 km a 60 km                                             Dislivello: variabile da 500 m a 900 m

Difficoltà: variabile da media ad alta

ESCURSIONI DI LIVELLO ADVANCED

Parconaturale del San Bartolo: 50 km e 900 m di dislivello

Al confine tra Romagna e Marche, a picco sul mare, si trova il Monte San Bartolo, dove si estende un parco naturale protetto, affascinante oasi ecologica ricca di sentieri che si intrecciano fittissimi. I bikers locali lo chiamano “la palestra” perché si possono tracciare percorsi veramente impegnativi, per allenarsi e mettere sotto esame le proprie capacità tecniche passando comunque una giornata all’insegna del divertimento e godendo dello splendido panorama delle sue scogliere.

Conca extreme: 70 km e 1200 m di dislivello

Partendo da Riccione troviamo subito insospettabili strade sterrate che ci conducono ai sentieri ciclabili del fiume Conca, porta d’ingresso alla splendida campagna del nostro entroterra che offre ricchezze naturali come boschi di querce e castagni e ricchezze culturali come i tanti borghi medievali, le rocche malatestiane e del montefeltro, testimoni di antiche storia e tradizione. Una pedalata interessante, ma anche impegnativa con continui saliscendi, single tracks nel sottobosco, lungo ruscelli e guadi.

Monte Carpegna, le strade dei lupi: 38 km e 1550 m di dislivello

Partendo dalla piazza principale di MonteCerignone, antico borgo montefeltrino perfettamente conservato, si affronta una lunga risalita verso la cima del monte Carpegna (oltre 1400m di altitudine), passando attraverso il parco naturale del Montone e Montecopiolo. La vetta, circa a metà del percorso, è un luogo unico: si respira aria di montagna guardando il mare. La seconda parte dell’itinerario comincia con una ripida discesa lungo un sentiero del CAI che richiede molta concentrazione e continua su vecchie strade bianche che alternano lunghi tratti di discesa con brevi strappi di ripida salita.

I monti delle Cesane: 36 km e 1200 m di dislivello

I Monti delle Cesane, che fino a 100 anni fa erano un ambiente degradato dallo sfruttameto dall’agricoltura e ad elevato rischio idrogeologico, ospitano, oggi, una estesa foresta demaniale percorsa da una fitta rete di sentieri e piste per la mountain bike curate e gestite da associazioni sportive locali. Il nostro itinerario comincia con una lunga risalita fino al crinale che percorreremo interamente per raggiungere un punto da dove partono un paio di discese molto tecniche: divertimento puro.

La foresta di Campigna: 45 km e 1600 m di dislivello

Premilcuore: 48 km e 1500 m di dislivello

Le cascate dell’Acquacheta: 34 km e 1200 m di dislivello

San Piero in Bagno: 44 km e 1800 m di dislivello

La diga di Ridracoli: 37 km e 1500 m di dislivello

Nel cuore delle foreste casentinesi 5 escursioni indimenticabili per la bellezza dei luoghi che le caratterizzano: boschi di faggio e abeti secolari, antichi borghi e monasteri medievali, immensi prati residui di pascoli e coltivazioni ormai quasi completamente scomparsi, stretti sentieri che si inerpicano sulle più alte vette dell’Appennino forlivese. Un ambiente selvaggio e incontaminato ideale per bikers che amano la natura, amano affrontare salite impegnative e si vogliono ripagare con discese adrenaliniche.

san piero in bagno san bartolo san bartolo (2) premilcuore foliage 2015 cesane 8 2015 cesane 4 2015 carpegna acquacheta